Sabato 24 gennaio a Gubbio si parla di libertà digitale

L’Istituto di Istruzione Superiore “Cassata Gattapone” di Gubbio e l’associazione di volontariato LibreItalia onlus organizzano per sabato 24 gennaio dalle ore 9 alle 11, presso l’aula magna dell’IIS, un incontro sul tema della libertà digitale.

Il workshop sarà un momento di riflessione sulle opportunità offerte dal sofware libero e dalla condivisione dei saperi oltre che dalla consapevolezza nell’uso delle tecnologie.

Il software libero – afferma il dirigente scolastico dell’Istituto David Nadery – è in realtà parte di un’idea più grande e generale: l’idea, cioè, che la rete sia un luogo di libertà organizzata, in cui le intelligenze, più che legittimarsi attraverso lo scudo delle proprietà intellettuali, si esaltino nella condivisione e nell’apertura dei formati. Il software libero, così come le licenze creative commons, le risorse educative e i formati aperti, vanno a costruire quella sorta di “ecologia della rete” che dovremmo far transitare soprattutto sui banchi di scuola. Ed è proprio a scuola che più potente dovrebbe arrivare il messaggio di libertà e condivisione contenuto nella logica dellopen source”.

L’evento è solo l’inizio di un percorso formativo su LibreOffice, tenuto da formatori del progetto LibreUmbria, che vedrà impegnati docenti e studenti a partire dal mese di febbraio. “L’idea – continua Nadery – è quella di formare dei formatori LibreOffice che a loro volta possano formare altri insegnanti e studenti secondo un modello di formazione a cascata”.

All’evento parteciperanno il preside del Cassata Gattapone David Nadery, l’assessore con delega a informatizzazione e agenda digitale del comune di Gubbio Lorena Anastasi, il professor Osvaldo Gervasi della facoltà di informatica dell’Universià di Perugia, Sonia Montegiove presidente di LibreItalia, Alfiero Ortali responsabile del Sistema Informativo della Provincia di Perugia e Italo Vignoli fondatore del progetto LibreOffice.

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: